“NUDI” – le ombre della violenza sulle donne

violenza_donne-001

Ieri sera, 28 novembre 2017, ho assistito allo spettacolo teatrale “Nudi – Le ombre della violenza sulle donne” messo in scena al CineTeatro L’Agorà di Carate Brianza (MB): iniziativa organizzata dal nostro Assessorato alla Cultura , nell’ambito delle manifestazioni collegate alla Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne.

Su un palcoscenico nudo, Monica Morini e Bernardino Bonzani mettono a nudo il male, senza difese e senza alibi, conducendo gli spettatori in un viaggio attraverso i luoghi della violenza, in episodi ormai quotidiani e perciò resi pressoché ordinari, banali, insignificanti.
Migliaia e migliaia di efferatezze compiute – soprattutto tra le pareti domestiche- sulle donne, violentate, picchiate, ricattate psicologicamente e sessualmente,  che non si fermano con l’atto in sé ma proseguono in un clima sociale che induce all’omertà e alla vergogna. E, a volte, spinge le donne stesse a giustificare i loro aguzzini

I testo è basato su agghiaccianti fatti di cronaca nera e giudiziaria, e ai due interpreti, a tratti, si alternano filmati (e riprese audio, all’inizio e alla fine dello spettacolo).
Le storie sono narrate con grande intensità e suscitano forte impatto emotivo: commozione, coinvolgimento, rabbia, sdegno.

 

8 thoughts on ““NUDI” – le ombre della violenza sulle donne

  1. Isn’t it a sad story? Women have to bear the more challenging part in this game called existence. Yet, given a chance to have a choice, I will always come back a woman. After all, behind each evolution is this female form. Lol!

    Liked by 1 person

  2. Se rinascessi vorrei rinascere uomo, non riesco a pensarmi donna (mi sto ricollegando a quanto scritto da marisselee). Però è chiaro che gli uomini a volte di comportano molto ma molto male. Se, come immagino, la gran parte degli uomini sono delle brave persone, credo che attraversiamo un momento di grande cambiamento e c’è chi reagisce male ai tempi che cambiano. Speriamo bene. Per le donne, per gli uomini (e per le mie due figlie).

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s