La leggenda di Santo Stefano

Pietro_da_Cortona_-_Il_martirio_di_Santo_Stefano
Martirio di Santo Stefano – Pietro da Cortona (1660)

Subito dopo il Natale, la celebrazione liturgica ricorda Santo Stefano che è, per antonomasia il protomartire: il primo cristiano che ha testimoniato la propria fede in Cristo e ne ha professato la parola in modo tanto coerente ed estremo da subire il martirio avvenuto per lapidazione

Secondo la leggenda la mamma di Stefano, una ragazza di nome Tecia, si recò ad adorare Gesù appena nato assieme ad altre donne che avevano portato i propri bambini affinché la grazia del Signore scendesse su di loro. All’epoca la donna non aveva però ancora un figlio, malgrado lo desiderasse ardentemente.
Per fingersi madre in mezzo alle altre, prese una grossa pietra, se la pose tra le braccia avvolta in uno scialle, proprio come se fosse un neonato
La Madonna, scoperto l’inganno, disse a Tecia che il suo desiderio di avere un bambino sarebbe diventato realtà. Con grande sorpresa della donna la pietra che teneva fra le braccia diventò calda e morbida: si era tramutata in un bimbo vero
Tuttavia Maria le predisse che quel suo figlio, nato da una pietra, sarebbe morto a colpi di pietra.

 

Advertisements

16 thoughts on “La leggenda di Santo Stefano

    1. Sono contenta che ti sia piaciuta.
      Io ho apprezzato molto il tuo post di oggi, anche perché sto preparando una lezione su Freddie Mercury, da proporre al rientro dalle feste, all’Università per la Terza Età in cui tengo un corso.

      Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s