Notre-Dame

In ricordo di un simbolo ferito dall’incendio

420px-Maximilien_Luce_Notre-Dame_de_Paris_1900
Notre-Dame de Paris – 1900 – Maximilien Luce 

Un senso di smarrimento e di incredulità ci ha colti alla notizia che le fiamme hanno distrutto il tetto e la guglia di Notre-Dame.  Quel tetto antico era una “foresta” costruita con il legno di milletrecento querce.

45 thoughts on “Notre-Dame

  1. Tristesse notre DAME DE PARIS

    Bonjour mon Ami ou Amie
    Il y a des mots que l’on écrit sur une feuille de papier
    Comme enchantement la feuille se remplie
    Il y a aussi des mots que l’on tape sur son clavier
    C’est, ces émotions que je te fais partager
    Car se sont des mots d’Amitié avec du bonheur
    Passe une Bonne et agréable journée
    Une belle fête de Pâques à venir avec ta famille
    Gros bisous
    Bernard

    Liked by 4 people

  2. È una grande tristezza leggere questa notizia. in poche ore la storia è influenzata da questo incendio. È ancora necessario sapere fino a che punto è arrivato il fuoco e cosa rimane da riparare. Victor Hugo, sicuramente non resistería vedere la sua musa consumata senza avere nulla da fare.

    Liked by 3 people

  3. L’incendio di Notre Dame è il segno a francesi che oggi sono ciechi. Guarda come loro comportano con la propria storia, la fede cristiana. Anche ieri! Tutti guardavano e pochi facevano qualcosa da salvare questo gioello storico. Terribile e molto triste!

    Liked by 4 people

  4. So, so sad. I saw it on the TVs in the lunchroom.

    It survived so many wars. Joan of Arc saw it. It survived Napoleon. It survived WWI and WW2. It’s 900 years old…I am so very sad.

    They may have saved one of the three stained glass windows. One…

    Liked by 2 people

  5. Purtroppo la resistenza al fuoco del legno del ‘300 è praticamente inesistente. La bellezza ed il calore del legno è sicuramente un fattore impagabile. Spero tanto che il nuovo tetto sia realizzato in legno lamellare ad elevata resistenza al fuoco e che garantisca una nuova vita e splendore a questa meraviglia architettonica.

    Liked by 3 people

  6. “Le campane”
    Notre Dame de Paris
    (R.Cocciante)
    Io suono le campane
    I miei amori, le mie amanti
    E le vorrei abbracciare
    Farle ballare, farle cantare
    Se nevica o piove
    Se c’è vento o c’è il sole
    Io suono le campane
    Coi miei tormenti e le mie gioie
    Le campane per chi
    Nasce e chi se ne va
    Di mattina o di giorno o di notte per chi
    Prega o piange e per chi 
    S’alza presto e sta qui
    Quando è l’ora per la messa del popolo mio
    Per le Palme o perché
    E’ Natale, e poi c’è
    L’Assunzione, Ognissanti, e l’Epifania
    Perché l’Angelo andò
    A parlare a Maria
    Per un anno che è già qua mentre il vecchio va via
    E per le processioni
    E le celebrazioni
    Per la Pasqua e le sue rose e un bel sole per me
    Giorno pieno di re
    E di felicità
    Per la Pentecoste accesa di fiamme di Dio
    E per le comunioni
    E le confermazioni
    Per i santi protettori da tutti dolori
    E Domeniche che
    Sono piene di sé
    Per gli Osanna, gli Alleluia e l’immortalità
    Ma quelle che preferisco
    Tra queste mie donne di ferro
    Sono le tre Marie
    Le mie migliori amiche
    Maria la più piccolina
    Per i bambini seppelliti
    Maria, la grande Maria
    Che manda in mare i marinai
    Ma quando suono la grossa Maria
    Per chi si sposa e poi va via
    Non resto tanto allegro io
    Mi sento triste e morirei
    Vedo tutta la gioia
    E la felicità
    Che nessuna donna mai nei miei occhi vedrà
    Io li vedo volare
    Su nel cielo e sul mare
    E felici come stelle li vedo brillare
    Suono io le campane..

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s