Che sfortuna, ho rotto uno specchio! 🔎

5715746955_3f6b5d84cf_b mirror
Foto di Tim Sheerman-Chase

🔍   Ho fatto cadere uno specchietto, rompendolo. Avrò sette anni di sfortuna?

Questa credenza, che pensavo derivasse solo dal fatto che anticamente gli specchi erano oggetti molto costosi perché sulla base, prima del vetro, veniva spalmato uno strato riflettente d’oro, argento o rame puro, aveva secondo gli orientali un’origine più inquietante.
Per loro, infatti, ogni luogo che riflettesse il corpo umano era in grado di catturarne non solo l’immagine, ma anche l’anima. Perciò rompere uno specchio significava distruggere parte dello spirito e per questo veniva considerato presagio funesto.

E poi, perché proprio 7 anni, e non 6 o 8?
La ragione è che 7 è un numero magico: 7 erano i pianeti nell’astrologia babilonese, 7 i giorni della settimana, i Sacramenti, gli angeli, i peccati capitali, 7 è anche la somma di 3 (lo spirito, il maschile) e 4 (la materia, il femminile), e così via.

Allora: specchio rotto, anima maltrattata, futuro incerto… come avrei potuto difendermi?

E anche qui Internet mi è stato di aiuto, suggerendo una serie di riti per scongiurare la sventura, come raccogliere velocemente tutti i pezzi e gettarli in un corso d’acqua dolce oppure metterli in un barattolo di vetro trasparente, ben chiuso e sistemarlo nella parte più soleggiata della casa. Avrei anche potuto porli  in una bacinella d’acqua insieme a una pietra trasparente e chiarissima (diamante, acquamarina, quarzo), in ammollo per 7 giorni.
Oppure non avrei dovuto raccogliere affatto i frammenti ma lasciarli dov’erano per 7 ore (cosa pericolosa per chi ci sarebbe finito sopra) prima di recuperarli e gettarli il più lontano possibile dalla casa.
O anche preparare un bagno con 7 manciate di sale grosso e lavarmi da capo ai piedi.

Chissà se la prossima volta riuscirò a ricordare una di queste procedure …      🔎

59 thoughts on “Che sfortuna, ho rotto uno specchio! 🔎

  1. Non mi è mai successo di romperne uno! (Disse quella che entro sera aveva distrutto la specchiera …) Ma salvo le procedure che non si sa mai 😊😆

    Liked by 3 people

  2. Non ho mai creduto a queste cose e ho sempre sorriso benevola a chi si faceva tanti problemi… però rispetto le convinzioni altri, ma non condivido ^_^
    Unica cosa: non passo sotto una scala perché se c’è qualcuno sopra potrei farlo cadere… oppure potrebbe arrivarmi in testa qualcosa…
    Invece adoro i gatti neri ❤
    Buona giornata 🙂

    Liked by 5 people

  3. L’ alba fà svanire le paure della notte: voglio dire che nell’oscurità – la dimensione del pensato non visibile – possono insinuarsi sentori amorfi e terrifici, i quali con la luce del giorno – la realtà – non hanno alcun consistere. Ciò, non ammette l’incredulità profana e la considerazione del mistero. Buona giornata, Luisa!

    Liked by 2 people

  4. Di regola dico che non sono superstiziosa. Puff, sono cose antiche del medioevo…. però se rompo uno specchio mi tormento l’anima….non passo sotto le scale, temo il giorno 17 venerdi e se rovescio il sale,mi aspetto orribili presagi ! Però dài , non sono superstiziosa…..

    Liked by 4 people

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s