🎥 CINEFORUM: “Cafarnao”

Zain, un dodicenne appartenente a una famiglia molto povera e numerosa, viene condotto in un tribunale di Beirut perché accusato di un grave reato. Ma lui, che ne ha viste troppe, reagisce denunciando i suoi stessi genitori per averlo messo al mondo senza essere in grado di crescerlo.
Questa è la scena iniziale del film Cafarnao, parola che significa “accumulo disordinato di oggetti” e deriva dalla città della Galilea affacciata sul lago di Tiberiade, dove la predicazione di Cristo attirò una gran moltitudine di gente. Per questa ragione è diventata sinonimo di luogo molto affollato, caotico e turbolento.

Il film segue la storia di Zain, il suo allontanarsi dalla famiglia che ha costretto la sorellina a sposarsi, per trovare accoglienza nella baracca di una giovane etiope che verrà presto arrestata perché ha i documenti (falsi) scaduti. Questo lo costringerà a farsi carico del figlio di lei, un bambino che ancora viene allattato, contando solo sulle proprie esigue risorse

Un film amaro e toccante, un commovente grido di denuncia per ciò che accade ogni giorno nel mondo sotto i nostri occhi.
Il racconto della povertà, dell’infanzia negata e del tenue confine tra pura fatalità e responsabilità individuale.
Il racconto delle miserie delle periferie del mondo, le nostre Cafarnao, agglomerati di baracche dove cercano di sopravvive milioni di persone, di cui tanti sono i bambini.

13 thoughts on “🎥 CINEFORUM: “Cafarnao”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s