La Madonna dell’UFO

Madonna_Col_Bambino_e_San_Giovannino_-_1400s

 

Al secondo piano di Palazzo Vecchio a Firenze all’interno della Sala di Ercole, si trova un quadro misterioso, un tipico “tondo”, che richiama tanti visitatori incuriositi.

Si tratta della “La Madonna con Bambino e San Giovannino”, un singolare dipinto attribuito a Jacopo di Arcangelo detto Jacopo del Sellaio, dal mestiere paterno, o a Sebastiano Mainardi, che faceva parte della cerchia di Domenico Ghirlandaio (suo cognato). Uno studio più recente ha anche proposto come autore il “Maestro del Tondo Miller” (dal nome di uno degli ultimi proprietari dell’opera), da alcuni identificato nel figlio di Jacopo del Sellaio, Arcangelo.
Erano tutti artisti della fine del Quattrocento fiorentino, l’epoca della Repubblica e delle infuocate predicazioni di Gerolamo Savonarola. Dopo la cacciata dei Medici a Firenze era infatti stata instaurata la Repubblica, che Savonarola aveva orientato in modo teocratico.
L’austerità e il rigore con cui doveva essere intesa tutta la vita cittadina avevano portato ai falò delle vanità, in cui i seguaci del frate domenicano sequestravano e bruciavano pubblicamente centinaia di oggetti ritenuti frivoli, come dadi e carte da gioco, ornamenti, libri considerati immorali, e addirittura quadri e oggetti preziosi.

L’influenza di Gerolamo Savonarola si fece sentire anche in un certo tipo di letteratura e nelle arti figurative fiorentine. In molte opere contenevano infatti segni divino che servivano a profetizzare la fine del mondo o la punizione celeste. Vari artisti rinnegarono le commistioni cristiano-pagane di tante opere precedenti, per dedicarsi a questi soggetti mistici in uno stile considerato più puro, ma che era certamente più arcaico, rigido e didascalico.

Nella “La Madonna con Bambino e San Giovannino” viene raffigurata la Vergine che prega dopo la nascita di Gesù, con accanto il piccolo San Giovanni, protettore di Firenze.

A destra, in distanza, dietro la sua veste blu, su di una ripida scogliera si scorge un pastore accompagnato dal suo cane. Le due piccole figure stanno scrutando qualcosa che galleggia nel cielo sopra di loro. L’uomo scherma gli occhi con la mano, quasi a non voler rimanerne accecato da quell’oggetto ovale grigio piombo, dotato di una specie di cupola, da cui si sprigionano raggi di luce.

Questo strano disco ha fatto soprannominare il dipinto la “Madonna dell’UFO”, un quadro che viene spesso citato per dimostrare come il fenomeno delle navicelle aliene sia stato osservato e riprodotto fin dall’antichità. È stato addirittura inserito in un rapporto pubblicato negli Stati Uniti dalla “UFO Research Coalition” e citato come unica raffigurazione antica di un’astronave.
Secondo la tesi ufologica quella cosa ovale è uno strano velivolo apparso nei cieli dell’epoca che, per qualche motivo, l’artista aveva voluto rappresentare. Qualcosa di indecifrabile, quindi, per gli uomini di quel tempo, ma non per quelli di oggi dotati di tutti gli strumenti idonei per classificarlo come un “oggetto volante non identificato”.
Quella piccola nuvola scura dalla quale escono raggi luminosi non è l’unica particolarità del dipinto, perché in alto a sinistra la Stella della Natività sembra accompagnata da tre fiammelle.

Ricordando tuttavia che la predicazione di Savonarola influenzò moltissimo le arti figurative dell’epoca che si rifacevano a una iconografia più antica, si possono ipotizzare delle spiegazioni.
Le tre fiammelle sono le tre stelline, visibili in dipinti del secolo precedente e soprattutto nelle icone bizantine, spesso rappresentate anche sul velo della Madonna a simbolizzare la triplice verginità di Maria: prima, durante e dopo il parto.
L’oggetto luminoso, invece, riprodurrebbe la nube che illuminò la Nascita di Cristo, elemento ricorrente in numerose altre opere, oppure potrebbe essere un angelo, anch’esso spesso descritto come una nube abbagliante.

Inoltre si ritiene che un artista del tempo, in genere un cortigiano che riceveva da un committente l’incarico di creare un’opera legata a un tema ben preciso, non aveva nessuna libertà di scostarsi dal tema assegnatogli e aggiungere qualcosa di non “canonico” e codificato. E questo soprattutto nel caso di immagini sacre che dovevano attenersi a regole iconografiche ben precise.

Ciononostante, la cosiddetta “Madonna dell’Ufo”, è diventato meta di pellegrinaggio da parte di ufologi e curiosi.

53 thoughts on “La Madonna dell’UFO

  1. Studiando storia dell’arte mi è capitato di affrontare quest’opera anche in maniera molto divertente. Ci sono alcuni complottisti che lo citano ancora oggi anche se sono molto pochi. E comunque anche noi abbiamo affrontato il motivo per cui era rappresentato quell’oggetto pensando al periodo in cui è stato realizzato (non c’era molta libertà d’espressione in quel periodo) e abbiamo fatto molte teorie interessanti che tu hai ben citato. Grazie mille per l’articolo, mi hai fatto ricordare qualcosa di molto piacevole.

    Liked by 3 people

  2. Questa Madonna dovrebbe fare il miracolo di aprire le menti agli ufologi e ai curiosi e, miracolo dei miracoli, infondere nei loro cervelli un autentico amore per l’Arte!!
    Inutile aggiungere che condivido pienamente la visione della nube da cui si sprigionano i raggi di Dio. Le opere in cui è presente una simile immagine risalgono addirittura al mito di Giove, che dalle nuvole scaglia i suoi dardi.
    Grazie Luisa. Il tuo articolo ci aiuta a comprendere l’Arte, come sei solita fare anche per gli altri campi della Storia!

    Liked by 3 people

  3. Io opto per l’UFO! 😀
    Ok, scherzo. Però è davvero curiosa la scelta stilistica nel rappresentare uno delle possibili simbologie da te citate! 🙂

    Liked by 3 people

      1. You don’t have to be sorry my dear friend, it is an idiotic reaction from FB. If you try yourself to share it and Facebook denying to share, normally gives a tip how you can arrange your posts and why it is blocked. But I tell you; sometimes it is really ridiculous, once I have shared a quotation from Dr Jung five times on five different groups and FB denied just one of them saying it is no compared with their rules!! 🙄 🤔

        Liked by 1 person

      2. I know: as I can’t share anything from WordPress on my Facebook profile (I can’t understand why) I linked these posts to my page called “Storie”. Everything was alright but, unfortunately, even there, lately, they were not published and classified as spam. I pointed out that they weren’t spam and in these days they have restored them.
        I would like to know why they were considered spam, but everything is difficult and automated and there is no human and reasoning counterpart to talk to

        Liked by 1 person

  4. Alcuni pensano che, a seguito delle predicazione di Savonarola, il quadro si rifaccia a concetti stilistici arcaici con richiami a icone bizantine e a raffigurazioni sacre più antiche. Certo che a vederlo sembra proprio un incontro ravvicinato del terzo tipo!

    Liked by 2 people

  5. A prima vista, molto sommaria, mi ha ricordato il tondo doni di Michelangelo o le stupende ceramiche dei della Robbia. E forse mi sfuggono altri artisti di quel periodo che hanno fatto quadri analoghi.
    Poi leggendo il resto dell’articolo ho compreso il titolo del post.
    Gli ufologi sono sempre alla ricerca di prove che documentino nel passato di possibili passaggi di extraterrestri.
    Qualsiasi oggetto presente in immagini o quadri non riconosciuto, in automatico diventa una navicella spaziale.
    Sempre molto interessanti i tuoi articoli

    Liked by 2 people

  6. Vedo che ti sei appassionata a questi dipinti con l’ufo!! 🤣
    Trovo molto interessante questo modo di “rielaborare” l’arte. Io sono molto curioso sull’argomento. In parte l’ho scritto. Tempo fa cercavo di capire questi “misteri”, tipo le Linee di Nazca o le stesse Piramidi. Gli Stonehenge. Ed arrivavo puntualmente alla stessa conclusione…
    Comunque leggerti è sempre interessantissimo. 😊😊😊

    Liked by 2 people

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s