Charles Aznavour

Due anni fa, il 1° ottobre 2018, se ne andava Charles Aznavour.
Cantautore e attore, parigino doc figlio di immigrati armeni, il cui nome completo era Chahnourh Varinag Aznavourian, ha sempre difeso le sue origini, anche con varie iniziative benefiche, tanto da meritarsi nel 2004 il titolo di eroe nazionale dell’Armenia ed essere nominato ambasciatore itinerante dell’ Armenia presso l’Unesco e ambasciatore dell’Armenia in Svizzera. Tra i numerosissimi riconoscimenti ricevuti in carriera c’è anche la Legion D’Onore francese.

Il grande chansonnier, scoperto nel 1946 da Edith Piaf e noto anche come il “Frank Sinatra della Francia”, era poliglotta: cantava infatti non solo in francese, ma anche in italiano, inglese, spagnolo, tedesco e russo.
Si dice che, dopo il francese, l’italiano fosse la lingua a lui più congeniale, legata qui da noi a vari cavalli di battaglia, tra cui “E io fra di voi“.
E’ una canzone bella e struggente che rispecchia fedelmente una delusione per amore e dei sogni non corrisposti e ne fa il manifesto degli amanti traditi.

E IO FRA DI VOI

Lui, di nascosto, osserva te
Tu sei nervosa vicino a me
Lui accarezza lo sguardo tuo
Tu ti abbandoni al gioco suo

E io, tra di voi, se non parlo mai
Ho visto già tutto quanto
Ed io, tra di voi, capisco che ormai
La fine di tutto è qui
Lui sta spiando che cosa fai
Tu l’incoraggi perché lo sai

Lui, di nascosto, osserva te
Tu sei nervosa vicino a me
Lui accarezza lo sguardo tuo
Tu ti abbandoni al gioco suo

E io, tra di voi, se non parlo mai
Ho visto già tutto quanto
Ed io, tra di voi, capisco che ormai
La fine di tutto è qui

Lui sta spiando che cosa fai
Tu l’incoraggi perché lo sai
Lui sa tentarti con maestria
Tu sei seccata che io ci sia

E io, tra di voi, se non parlo mai
Osservo la vostra intesa
E io, tra di voi, nascondo così
L’angoscia che sento in me

Lui, di nascosto, sorride a te
Tu parli forte, chissà perché
Lui ti corteggia malgrado me
Tu ridi troppo, hai scelto già

E io, tra di voi, se non parlo mai
Ho gonfio di pianto il cuore
E io, tra di voi, da solo vedrò
La pena che cresce in me

Oh, no, non è niente, forse un po’ di fatica
Cosa vai a pensare? Al contrario
È stata una magnifica serata
Sì, sì, una magnifica serata


ET MOI DANS MON COIN

Lui il t’observe
Du coin de l’œil
Toi tu t’énerves
Dans ton fauteuil
Lui te caresse
Du fond des yeux
Toi tu te laisses
Prendre à son jeu

Et moi dans mon coin
Si je ne dis rien
Je remarque toutes choses
Et moi dans mon coin
Je ronge mon frein
En voyant venir la fin

Lui il te couve
Fiévreusement
Toi tu l’approuves
En souriant
Lui il te guette
Et je le vois
Toi tu regrettes
Que je sois là

Et moi dans mon coin
Si je ne dis rien
Je vois bien votre manège
Et moi dans mon coin
Je cache avec soin
Cette angoisse qui m’étreint

Lui te regarde
Furtivement
Toi tu bavardes
Trop librement
Lui te courtise
À travers moi
Toi tu te grises
Ris aux éclats

Et moi dans mon coin
Si je ne dis rien
J’ai le cœur au bord des larmes
Et moi dans mon coin
Je bois mon chagrin
Car l’amour change de main

Oh non non c’est rien, peut être un peu de fatigue
Ah pas du tout, qu’est ce que tu vas chercher là
Non, non, j’ai passé une excellente soirée

AND I IN MY CHAIR

He, he observes you from where he sits
You, it unnerves you, you lose your wits
He, he ignites you with eyes of flame
You, it excites you, you like the game

And I, in my chair, though I hardly speak
I notice each innuendo
And I, in my chair, I’m stricken with fear
At seeing the end so near

He, out to win you, he woos with style
You, you continue to coyly smile
He, with his quarry on hunting ground
You, only sorry that I’m around…

And I, in my chair, though I hardly speak
I see just how well he’s doing
And I, in my chair, I’m trying to hide
The dread that I hold inside

He, his eyes flatter, your glances touch
You, now you chatter a bit too much
He, like a gypsy, he serenades
You, you grow tipsy, your laugh cascades

And I, in my chair, though I hardly speak
My heart’s on the verge of crying
And I, in my chair, my heart understands
My love is now changing hands

No, no, it’s nothing, a little tired probably
Maybe I had a one to me? May…
We’d better go home now…
Yes, this was a beautiful evening
Indeed, a beautiful evening…

31 thoughts on “Charles Aznavour

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s