La chiesa di San Tommaso di Canterbury

A Corenno Plinio (prov. di Lecco), un bel borgo che sorge su uno sperone roccioso sul lago di Como nel Comune di Dervio, c’è la chiesa di San Tommaso di Canterbury.
L’edificio, sulla cui facciata si notano monumenti funerari in stile gotico costruiti per i conti Andreani, era una chiesa castellana a ridosso del castello-fortificazione che sorge lungo la via di comunicazione che collega Lecco con Colico attraverso la Valsassina e da Colico porta sia in Valtellina sia nei Grigioni.


Il luogo di culto fu innalzato alla fine del XII secolo, negli anni immediatamente successivi alla morte e alla canonizzazione di san Tommaso Becket, assassinato nel 1170 nella cattedrale di Canterbury (vedi qui) dai sicari di Enrico II d’Inghilterra perché, fedele al Papa, si opponeva alle ingerenze del re nella gestione della chiesa locale. Tommaso si era infatti rifiutato di firmare le clausole proposte nelle Costituzioni di Clarendon per mezzo delle quali il Sovrano intendeva subordinare l’intero Corpo Ecclesiale all’autorità regia. L’Arcivescovo l’avrebbe fatto solo se fosse stata inserita la postilla “Salvo honore Dei” (ponendo in salvo i diritti di Dio) che invece il re ritenne solo un appiglio giuridico per non riconoscere la sua autorità in campo religioso.

La chiesa viene citata nel Liber Notitiae Sanctorum Mediolani scritto da Goffredo da Bussero alla fine del XIII secolo, in cui si legge: “In plebe derui, loco cortono, ecclesia sancti thome martyris”.
In origine era legata alla famiglia del feudatario come cappella privata e destinata anche a funzioni funebri o a pratiche di devozione popolare.
Nel 1566 l’arcivescovo di Milano, Carlo Borromeo, nel suo progetto di riforma della chiesa ambrosiana, la trasformò in parrocchia autonoma slegandola da quella di Dervio e nominando un curato che vi risiedesse. Secondo me fu anche un modo per dar risalto a un Santo inglese in epoca di dominazione spagnola.

Foto: Vojagon

25 thoughts on “La chiesa di San Tommaso di Canterbury

      1. Sono zone che non conosco, se non per sentito dire: dev’essere comunque interessante da visitare… e prima o poi provvederò! 🙂

        Liked by 1 person

    1. Adalgisa carissima, che bello vederti intervenire. So che segui sempre in silenzio, lo sento, ma è piacevole anche leggere qualche tua parola.
      Corenno Plinio è davvero un borgo meraviglioso, hai ragione. 🙏🙏🙏
      Colgo l’occasione per augurarti un sereno 2021, senza troppi scossoni e aspetto con impazienza il momento in cui potremo riabbracciarci😘🤗😘🤗😘🤗😘

      Like

  1. Luisa con la frase “So che segui sempre in silenzio ,lo sento” praticamente mi hai fotografata.
    E’ proprio vero .I tuoi scritti sempre interessanti mi arricchiscono e spesso emozionano.
    Ricambio con affetto gli auguri di ogni bene per il 2021.
    Ancora grazie, riguardati e a presto

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s