When Two People Meet…

“Whenever two people meet, there are really six people present. There is each man as he sees himself, each man as the other person sees him, and each man as he really is.” (1)
William James, American philosopher and psychologist, born on 11 January 1842

“When two people meet, each one is changed by the other so you’ve got two new people.” (John Steinbeck) (2)

“When two people meet, as long as there is any form of rapport maintained, the person with the most certainty will eventually influence the other person.” (Tony Robbins – American motivational speaker and writer) (3)

Emily Dickinson – poem 1548

Meeting by Accident,
We hovered by design –
As often as a Century
An error so divine
Is ratified by Destiny,
But Destiny is old
And economical of Bliss
As Midas is of Gold – (4)

Two people can meet by chance and transform this “divine error” into a lasting relationship. However, this happens very rarely, (“As often as a Century”), because “Destiny is old”, it has plenty of time ahead of it. Consequently, it is stingy with happiness, which slips away quickly if we are not very fast in grasping it

Auguste Renoir (1878) Conversation

(1) “Quando due persone si incontrano ci sono in realtà sei persone presenti: c’è ogni persona come si vede, ogni persona come lo a vede l’altro, e ogni persona come realmente è”

(2) “Quando due persone si incontrano, ognuna viene cambiata dall’altra, quindi si hanno due nuove persone.”

(3) ”Quando due persone si incontrano, se mantengono una qualche forma di rapporto, quella maggiori certezze finirà per influenzerà l’altra “

(4) – 1548 –

Incontrandoci per Caso,
esitammo di proposito –
una volta al Secolo
un errore così divino
è ratificato dal Destino,
ma il Destino ha tempo
ed è avaro di Gioie
come Mida lo è dei suoi Ori –
(L.Z.)

Image: Auguste Renoir (1878) Conversation

53 thoughts on “When Two People Meet…

      1. Cara Luisa quello che posti per me è sempre un regalo, sia per gli argomenti , sia per poterli leggere in una lingua a me molto cara! E l’argomento di oggi mi ha fatto molto pensare anche a degli incontri passati! Grazie sempre!🌺

        Liked by 1 person

    1. … forse sì, anche se gli studenti che si lamentano perché “vogliono studiare” potrebbero benissimo farlo online, se fossero sinceri. Certo, non possono più divertirsi a sputarsi addosso le palline di carta, lanciarsi libri o imboscarsi in bagno quando ci sono le interrogazioni

      Like

      1. questa è una discussione contro corrente. Tutti parlano male della Dad e tu riporti il comportamento più frequente in classe. Lo scorso anno in una 3 media a marzo ci fu uno strillo di gioia quando chiusero le scuole. Ora si manifesta per andare a scuola. Sui politici è opportunismo, le famiglie non sanno a chi consegnare i figli, di buono c’è che ci sono molti soldi. Io su twitter ho fatto questa proposta se si vuole mettere la scuola al centro. Nei paesi con 5-7.000 abitanti si crei una scuola come centro polivalente con progettazione degli spazi (laboratori, aggregazione, libri e caffè). Il paese vive a monte e a valle con la scuola. Mi è venuta questa idea dopo aver letto sul Recovery: divulgare, fare rete, promuovere bla, bla.

        Liked by 1 person

  1. Sometimes we meet someone with whom we feel deeply connected, whose presence attracts us and generates well-being, excitement and joy.
    When reading the chosen texts, we see different nuances of these encounters. The poem adds new concepts.
    Reading to him is enjoying a special moment to sharpen our mind.
    Greetings Luisa.

    Liked by 3 people

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s