La festa degli autori

Ieri sera sulla piattaforma Zoom ha avuto luogo “La festa degli autori” – un evento gioioso legato al concorso nazionale “Racconti da Sogno” – organizzata dal curatore dell’antologia, Stefano Andrini.
Nel corso della magica serata, piena di parole, musica, emozioni e speranze, sono stati letti alcuni incipit dei racconti pubblicati, tra cui il mio.

La mia storia è stata composta con l’intento di portare un po’ di serenità e buonumore, in questo periodo greve, sia a me che la stavo scrivendo, sia a chi l’avrebbe letta. Infatti “IL SOGNO DI DIEGO” non dipinge una tensione verso un alto ideale, ma un desiderio ben più materiale e terreno.

Ecco il mio incipit:

Anche quella mattina Diego si era svegliato pieno di desiderio. Un sogno ricorrente, quasi un appuntamento fisso, gli lasciava un’eccitazione intensa e gli impediva di alzarsi rilassato.
Di solito dopo un buon sonno ristoratore, quello da cui si emerge trionfanti come una crisalide dal suo bozzolo, si è pronti a riprendere possesso della realtà. Il suo, invece, era un sonno spigoloso e agitato, quasi volesse replicare il crudele gioco che la vita spesso si diverte a condurre con le sue vittime.

Da tempo una sirena rossa si era insinuata nelle pieghe del suo sogno, altera lo aveva attratto con la sua irresistibile malia… e lui, Diego, si era consegnato inerme alle lusinghe di quella creatura che ormai era ossessivamente aggrappata alla sua mente.
Nel sogno della notte precedente era accostata al lato di una strada … Timoroso di vederla svanire l’aveva subito raggiunta. Lei era rimasta lì fiduciosa e in attesa o forse solo indifferente. In silenzio, fra il sospiro del vento e il canto di una cicala, aveva allungato la mano e l’aveva sfiorata…”

39 thoughts on “La festa degli autori

  1. Che emozione Luisa!!! Grazie!! Che emozione il tuo incipit, la trascrizione, tangibilità, la forma delle tue idee, così come l’emozione di vederti… 😊 manca la voce, solo il tono della tua voce per sentirti ancora più vicina.

    Liked by 3 people

    1. Rebecca carissima, come sempre le tue parole (così elogiative che non credo proprio di meritarmi) mi danno tanta gioia, Sento scorrere tra noi un affetto,, un feeling indicibile. Potresti essere la carissima figlia che non ho (oltre a Marco e Mattia )😊
      Un abbraccio 🤗💖🤗💖🤗

      Liked by 1 person

      1. Che grande cosa, così intima, davvero speciale mi hai rivelato, grazie!!!!
        Ma lo sai che…lo sento anch’io, questo affetto forte, questo legame vero e sincero… Grazie!!!! Mi fai commuovere ❤
        Ti ringrazio enormemente ❤❤❤❤
        Lo apprezzo e, credimi, ricambio tutto…
        Un forte abbraccio 🌸🌸🌸🌸

        Liked by 1 person

  2. Che bello! ho scritto poco fa qualcosa che leggendoti si aggancia , ma nel silenzio di una stanza. Almeno ci sono dei social che aiutano nel caotico web. Buona domenica. Condividiamo figli maschi, di solito più materni!

    Liked by 1 person

    1. Sì, devo dire che in quest’ultimo anno i social, WordPress soprattutto, mi hanno aiutata a non sentirmi isolata. Non sono mai stata un animale solitario e sono pienamente consapevole che “nessun uomo è un’isola…”😘🙏💙🙏😘

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s