🎶Buffalo Soldier 🎶(1. Introduction and Lyrics)

Bob Marley, who was born in Jamaica on this day, 6 February 1945, helped introduce reggae music to the world. He died in 1981.

The reggae song Buffalo Soldier was written by Bob Marley and N.G. Williams, aka King Sporty, in 1980. It was released two years after Marley’s death, due to a type of malignant melanoma under the nail of one of his toes.

The title and lyrics refer to the black U.S. 10th Cavalry Regiment, known as “Buffalo Soldiers”, that fought in the Indian Wars after 1866.

Buffalo Soldier, Dreadlock Rasta:
There was a Buffalo Soldier in the heart of America,
Stolen from Africa, brought to America,
Fighting on arrival, fighting for survival.

I mean it, when I analyze the stench –
To me it makes a lot of sense:
How the Dreadlock Rasta was the Buffalo Soldier,
And he was taken from Africa, brought to America,
Fighting on arrival, fighting for survival.

Said he was a Buffalo Soldier, Dreadlock Rasta –
Buffalo Soldier in the heart of America.

If you know your history,
Then you would know where you coming from,
Then you wouldn’t have to ask me,
Who the heck do I think I am.

I’m just a Buffalo Soldier in the heart of America,
Stolen from Africa, brought to America,
Said he was fighting on arrival, fighting for survival;
Said he was a Buffalo Soldier win the war for America.

Dreadie, woy yoy yoy, woy yoy-yoy ….
Buffalo Soldier trodding through the land, wo-ho-ooh!
Said he wanna run, then you wanna hand,
Trodding through the land, yea-hea, yea-ea.

Said he was a Buffalo Soldier, win the war for America;
Buffalo Soldier, Dreadlock Rasta,
Fighting on arrival, fighting for survival;
Driven from the mainland to the heart of the Caribbean.

Singing, woy yoy yoy, woy yoy-yoy …..

Trodding through San Juan in the arms of America;
Trodding through Jamaica, a Buffalo Soldier
Fighting on arrival, fighting for survival:
Buffalo Soldier, Dreadlock Rasta.

to be continued…


Soldato Bisonte

Soldato Bisonte, Rasta con le treccine
C’era un Soldato Bisonte nel cuore dell’America
rubato via dall’Africa e portato in America
a combattere fin dal suo arrivo, a combattere per sopravvivere

Dico sul serio, quando analizzo il tanfo –
per me ha molto senso: allora capisco benissimo
perché il Rasta con le treccine era un Soldato Bisonte
preso dall’Africa e portato in America,
a combattere fin dal suo arrivo, a combattere per sopravvivere.

Diceva di essere un Soldato Bisonte, il Rasta con le treccine,
un Soldato Bisonte nel cuore dell’America.

Se conosci la tua storia
allora dovresti sapere da dove provieni
allora non dovresti chiedere a me
chi diavolo penso di essere.

Sono solo un Soldato Bisonte nel cuore dell’America
rubato via dall’Africa e portato in America
che diceva di aver lottato fin dal suo arrivo, lottato per sopravvivere,
diceva di essere un Soldato Bisonte che aveva vinto la guerra per l’America

Terribile , woy yoy yoy, woy yoy-yoy….

Il Soldato Bisonte che percorreva faticosamente quella terra
diceva di esser pronto a correre, a dare una mano,
camminando pesantemente attraverso la terra.

Diceva di essere un Soldato Bisonte , che aveva vinto la guerra per l’America
un Soldato Bisonte, un Rasta con le treccine
che aveva lottato fin dal suo arrivo, lottato per sopravvivere,
portato dal continente nel cuore dei Caraibi

Cantando woy yoy yoy, woy yoy-yoy ……

Procedendo faticosamente da San Juan tra le braccia dell’America,
procedendo faticosamente dalla Giamaica, un Soldato Bisonte
che aveva lottato sin dal suo arrivo, lottato per sopravvivere
un Soldato Bisonte, un Rasta con le treccine
(L.Z.)

56 thoughts on “🎶Buffalo Soldier 🎶(1. Introduction and Lyrics)

  1. I’m somewhat familiar with the song but never really knew the lyrics. Before WWII the Buffalo soldiers were stationed at Ft Myers near Arlington Cemetery under George Patton. After the cavalry was disbanded, I saw the unit as part of the Light Infantry at Ft Ord near Monterey. No longer a segregated unit and still with a proud history.

    Liked by 2 people

  2. Marleys jüngster Sohn, Damian „Junior Gong “, war unter der Anleitung des älteren Bruders Stephen als „DJ“ (Dancehall-Rapper) und Sänger erfolgreich. Andere Mitglieder des Marley-Clans haben sich mit Musik beschäftigt und tief in das Erbe und das Image ihres Vaters investiert.

    Liked by 1 person

      1. Il tempo vola solo nome e storia, lui è il vero non solo cantante, o poeta, cantautore. davanti a me è portatore di pace. Penso che sia uno degli artisti più importanti e influenti della sua generazione, tempo grande in tutto il mondo.
        non ci sono artisti africani che BOB non conosca. le sue foto immortalate per le strade dell’africa.

        sì Bob marley ha 76 anni, nel frattempo ha avuto pronipoti, nella musica hai anche stelle in jamika o in karbik,
        Grazie mille, buon fine settimana, grazie mille!

        Liked by 1 person

  3. Bob Marley. Per me la reincarnazione del Cristo, in una delle sue infinite parti. Come lo fu Michael Jackson, Mozart e altri. Con tutte le potenzialità e tutti difetti umani.
    Nmarley, non on fu un ottimo padre ma portò un messaggio importante.
    Amo Marley da sempre e incondizionatamente il suo concerto a San Siro, a a Milano, fu meraviglioso.
    Consiglio il docu-film su di lui reperibile su Netflix.

    Liked by 1 person

      1. Ma sono onorata io, sempre! Figurati quando ti interessi ai miei post!
        E questo l’hai ispirato tu!
        Proprio ieri ascoltavo, in auto, “good vibrations “ di Marley, pensavo come , a me perlomeno, riuscisse a trasmettere positività.
        Spesso ascolto “Babylon by bus”, il doppio migliore, per me.
        Buona giornata e buon proseguimento.
        Qui piove ma ormai si vede, la mattina che le giornate 8niziano ad allungarsi.
        🥰🥰🥰🙋🏼‍♀️🙋🏼‍♀️🙋🏼‍♀️🙋🏼‍♀️🙋🏼‍♀️

        Liked by 1 person

      2. Buongiorno Cara Luisa. Ti scrivo perché ieri sera mi sono accorta della mia disattenzione: entusiasta del tuo post ho scritto, ispirata, il mio e non ho condiviso il tuo sul mio blog. Cosa che farò tra poco. Buona giornata e buona settimana.🙋🏼‍♀️🙋🏼‍♀️🙋🏼‍♀️🙋🏼‍♀️🌹🌹🌹🌹

        Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s