Paolo e Francesca (2) ➡️ Boccaccio

👉 Paolo and Francesca (1) ➡️ Byron

Nel giugno 1373 i cittadini di Firenze inviarono una petizione ai priori delle arti e al gonfaloniere di giustizia chiedendo la pubblica lettura del “libro che volgarmente si chiama el Dante“, per un anno tutti i giorni eccetto i festivi.
L’incarico venne assegnato a Messer Giovanni Boccaccio che aveva allora sessant’anni: tutti i giorni non festivi a partire dal 23 ottobre, egli lesse e commentò la “Comedia”, nella chiesa di Santo Stefano di Badia. Poi però, dopo circa sessanta lezioni che coprivano i primi diciassette canti dell’Inferno, nel gennaio del 1374 si ammalò e fu necessario interrompere il ciclo.
Da marzo a settembre 1374 ci fu in Firenze un’epidemia di peste e poco dopo, il 21 dicembre 1375, Boccaccio morì.

Le “Esposizioni sopra la Comedia”, raccolgono i suoi appunti per quelle lezioni.

Ecco come raccontò la storia di Francesca da Rimini, presentandola in modo tale da farla apparire innocente agli occhi sei suoi uditori.
Secondo l’autore del Decameron, infatti, Francesca sarebbe stata perfidamente raggirata: convinta di essere stata chiesta in moglie e poi effettivamente condotta all’altare (ma per procura) dal bel Paolo, avrebbe scoperto solo all’indomani della prima notte di nozze di essersi sposata col brutto e storpio Giovanni.

“È . . . da sapere che costei fu figliuola di messer Guido vecchio da Polenta, signor di Ravenna e di Cervia; ed essendo stata lunga guerra e dannosa tra lui e i signori Malatesti da Rimino, addivenne che per certi mezzani fu trattata e composta la pace tra loro.”

Per “fortificare per parentado … il detto messer Guido dovesse dare per moglie una sua giovane e bella figliuola, chiamata madonna Francesca, a Gianciotto figliuolo di messer Malatesta. ….. Era Gianciotto uomo di gran sentimento, e speravasi dover lui dopo la morte del padre rimanere signore; per la qual cosa, quantunque sozzo della persona e sciancato fosse, il disiderava messer Guido per genero più tosto che alcuno de’ suoi frategli”.

Per questo “ordinò segretamenteche venissein Ravenna Polo, fratello di Gianciotto, con pieno mandato ad isposare madonna Francesca. Era Polo bello e piacevole uomo e costumato molto, e, andando con altri gentili uomini per la corte dell’abitazione di messer Guido, fu da una damigella di là entro, che il conoscea, dimostrato da un pertugio d’una finestra a madonna Francesca, dicendole: Madonna, quegli è colui che dee esser vostro marito; e così si credea la buona femmina; di che madonna Francesca incontanente in lui pose l’animo e l’amor suo” .

E fatto poi artificiosamente il contratto delle sponsalizie, e andatane la donna a Rimino, non s’avvide prima dell’inganno, che essa vide la mattina seguente al dì delle nozze levare da lato a sè Gianciotto; di che si dee credere che ella, vedendosi ingannata, sdegnasse, nè perciò rimovesse dell’animo suo l’amore già postovi verso Polo.”

La loro relazione cominciò e proseguì fin quando un singulare servidore di Gianciotto, andò a lui, e raccontògli ciò che della bisogna sapea, promettendogli, quando volesse, di fargliele toccare e vedere. Di che Gianciotto fieramente turbato, occultamente tornò a Rimino, e da questo cotale, avendo veduto Polo entrare nella camera di madonna Francesca, fu in quel punto menato al’uscio della camera, nella quale non potendo entrare che serrata era dentro, chiamò di fuora la donna, e diè di petto nell’uscio.”

Paolo cercò di fuggire da una finestra ma una falda del suo mantello si impigliò a un chiodo e quando Francesca, che non se ne era accorta, aprì la porta al marito, Gianciotto colpì involontariamente Francesca che si era messa tra i due e poi accecato dall’ira e dalla disperazione, si avventò sul fratello, uccidendolo.

“Furono poi li due amanti con molte lacrime, la mattina seguente, seppelliti e in una medesima sepoltura.”

Here is a summary in English of the part concerning Boccaccio’s story, as the automatic translator may find it difficult to recognize some words written in the Italian language of the fourteenth century.


The story of the two lovers, as told by Boccaccio in his Commentary on the Divine Comedy (1373) tries to exculpate Francesca as much as possible: he says that Francesca, daughter of Guido da Polenta, lord of Ravenna, was tricked into marrying Giovanni Malatesta, only for political reasons.
Her father was afraid that she would never agree to marry the crippled Giovanni, so he did not explain to her that the much more handsome Paolo, Giovanni’s younger brother, was only a proxy. Francesca discovered the deception only the morning after the wedding.
But the two of them had already fallen in love. It was a doomed love because it was discovered by Giovanni, who killed the two lovers out of jealousy.

Immagine : William Dyce – Francesca da Rimini -Scottish National Gallery

30 thoughts on “Paolo e Francesca (2) ➡️ Boccaccio

  1. Luisa questa ricostruzione è bellissima e potrebbe pure essere vera! Povera Francesca ingannata egoisticamente dai suoi per motivi di interessi pubblici e pace personale! Allora i figli, in specialmmodo le femmine, erano strumenti in mano ai genitori. La loro volontà non valeva niente!!! L’unico risvolto bello della storia è che Paolo e Francesca, non saranno mai dimenticati ❤

    Liked by 1 person

    1. Thanks for showing appreciation for my post.. Priscilla. That was the first time that Dante’s work could be publicly read in Florence, because he had been exiled for political reasons

      Like

  2. Ciao, apprezzo il tuo follow-up. Vorremmo che pubblicassi ogni 15 giorni sulla nostra piattaforma MasticadoresItalia. Possono essere articoli già pubblicati o nuovi. Vorremmo citare il tuo blog e il nome dell’autore. Puoi vedere i nostri autori che collaborano qui e alcuni dei nostri blog, che si basano sulla collaborazione e sono gratuiti
    Saludos
    Juan re crivello
    email contacto: fleminglabwork@gmail.com
    Masticadores.com https://masticadores.com/
    Masticadoresautores https://masticadores.com/autores/
    MasticadoresSUR https://masticadoressur.wordpress.com/
    Mi blog personal https://bcnexpres.wordpress.com/

    Liked by 1 person

      1. Caro Juan ho appena inviato una mail all’indirizzo fornito ma ho ricevuto il messaggio
        Delivery to the following recipients failed permanently:

        * flemiglabwork@gmail.com

        Reason: This is the mail system at host smtp-36.iol.local.I am sorry to have to inform you that your message could not be delivered to flemiglabwork@gmail.com. The message is attached below.The remote mail system said: 550-5.1.1 The email account that you tried to reach does not exist. Please try

        La mia mail chiedeva aiuto per pubblicare l’articolo: COLORI

        https://wordpress.com/read/blogs/95714302/posts/14141

        che non riesco a fare da sola

        Grazie

        Luisa

        Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s