Wallis e il suo principe azzurro (5) 👑

Wallis e il suo principe azzurro (4)


Cannes, 11 dicembre 1936

La svolta nella relazione tra la mia Padrona e David giunse inaspettatamente nel gennaio del ‘34, quando Lady Furness, dovendo andare a far visita alla sorella Gloria, la sua gemella, in America, affidò il “piccolino” all’amica Wallis.
Le disse semplicemente:
“Temo che il principe possa sentirsi solo: non saresti così gentile da prenderti cura di lui?”
E quando tornò, due mesi dopo, si accorse che l’amica si era dedicata all’incombenza con fin troppo impegno.

Nell’estate di quell’anno, i Simpson vennero invitati insieme al principe a una crociera a bordo dello yacht di Lord Moyne, il Rosaura, ma Willis si vide costretta a parteciparvi da sola poiché il marito aveva dato la priorità ai suoi impegni di lavoro.
Da quel momento David, sempre più infatuato, cominciò a ricoprirla di doni, soprattutto gioielli, in una corte serrata che non le lasciava scampo.
Come avrebbe potuto, la mia cara Wallis, anche se ancora innamorata del marito, sottrarsi alla lusinghe di quel bel trentasettenne, ricco e famoso, adorato da tutti per il suo aspetto da ragazzino? Come avrebbe potuto non essere sedotta dal suo fascino e dal potere che le derivava dall’essere al fianco all’erede del trono britannico? Il biondo dandy che indossa così bene lo smoking blu notte sapeva essere incredibilmente munifico e per lei era iniziata u8n periodo da fiaba, quello in in cui si sentiva ‘Wallis in Wonderland’.
Purtroppo David era anche estremamente petulante: le sue molteplici telefonate la tenevano continuamente impegnata e le sue visite si facevano sempre più lunghe e frequenti.
Wallis a volte mi confidava di essere asfissiata da tutte quelle attenzioni così assillanti e di sentire la mancanza dei suoi amici. Riusciva a sentirsi libera e felice solo quando lui aveva qualche impegno: quelle assenze erano benefici momenti in cui poter finalmente riprender fiato!

Ernest, deferente, sembrava accettare tutto di buon grado, a mio parere in modo eccessivamente accomodante. Si è mai sentito di un marito che decide di ritirarsi presto per permettere alla moglie e all’amico di intrattenersi conversando tranquillamente fino all’alba? Forse si sentiva lusingato da un’amicizia reale, o voleva solo dar prova di grande tatto.
A me il Signore è sempre piaciuto, così garbato e benevolo, ma forse un po’ troppo ingenuamente soddisfatto di far parte degli intimi del principe ereditario.
Come poteva non sapere di essere stato soprannominato Nelson perché, come l’ammiraglio, sembrava avere una benda su un occhio, anzi su tutti e due?

Ma, e tutti noi della servitù ce lo aspettavamo, a un certo punto ne ebbe abbastanza di essere messo in disparte, e Wallis iniziò a capire che la situazione stava diventando estremamente complicata.

[5. Continua]

Imagine: Wikimedia Commons, Thelma Furness and the Prince 1932

45 thoughts on “Wallis e il suo principe azzurro (5) 👑

  1. È davvero un bellissimo e intrigante racconto e tu sei bravissima, anche con te posso affermare di essere contenta di averti incontrata. Buon pomeriggio.

    Liked by 1 person

  2. Quando le cose devono accadere, benda o non benda agli occhi, accadono!!!! Ora si entrerà nel vivo della situazione…sembra di essere a teatro e invece è una storia vera!!!! Grazie Luisa!!! ❤

    Liked by 1 person

  3. bellissimo racconto! Ottimo il tuo lavoro di documentazione e di affabulatrice. Siamo tutti a bocca aperta a seguire lo sviluppo della storia 🙂 Buonanotte Luisa, a domani 🙂

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s