Roger Waters – “Mother” (2-analysis)

Mother, do you think they’ll drop the bomb?
Mother, do you think they’ll like the song?
Mother, do you think they’ll try to break my balls?
Ooh
Mother, should I build the wall?
Mother, should I run for president?
Mother, should I trust the government?
Mother, will they put me in the firing line?
Ooh
Is it just a waste of time?


This song is about the relationship of a depressed rock star named Pink with his mother: he looks to her for guidance and advice, she responds by inadvertently adding bricks to his metaphorical wall through her over-protection and strong need to keep him safe. But in so doing she not only defends him but also isolates from the world.

Pink begins by expressing his fears to his mother, seeking comfort from her
His overprotective mother thinks she is warning him and sheltering him away from a cruel, dark world, but instead she is only damaging his self-esteem and social skills. She makes him timid and afraid: he feels vulnerable and constantly seeks her approval for everything he does.

Hush now baby, baby, don’t you cry
Mama’s gonna make all of your nightmares come true
Mama’s gonna put all of her fears into you
Mama’s gonna keep you right here under her wing
She won’t let you fly but she might let you sing
Mama’s gonna keep baby cosy and warm
Ooh baby
Ooh baby
Ooh baby, of course mama’s gonna help build the wall

These words, switching from “mother” to “mama”, are the answer of Pink’s mother who is trying to reassure him . Yet, her words do not seem to reassure her frightened son, but to reinforce his fears and put some of her own into him in order to protect him. What she does is surely done out of love, which makes her role in isolating and hurting Pink all the more tragic.
The idea of keeping him under her wing generally implies support and comfort. But here Pink’s mother, who believes that home is the only safe place from what she perceives to be a real and constant threat, is preventing him from achieving his full potential.

Mother do you think she’s good enough?
For me?
Mother do you think she’s dangerous
To me?
Mother will she tear your little boy apart?
Ooh, ah
Mother will she break my heart?

Pink is now asking his mother about a potential girlfriend, feeling the need to get validation from her and seeking assurance that the girl will be a good choice.

Hush now baby, baby, don’t you cry
Mama’s gonna check out all your girlfriends for you
Mama won’t let anyone dirty get through
Mama’s gonna wait up until you get in
Mama will always find out where you’ve been
Mama’s gonna keep baby healthy and clean
Ooh baby, ooh baby
Ooh baby, you’ll always be baby to me

The mother here seems to be trying to keep her son separated from his sexuality and from love, because she is aware that they can be deceitful and painful. She does not accept these as necessary experiences and helps wall him in so he won’t suffer
However, while trying to protect him she is ultimately isolating him and preventing him from growing into a man.

The wall she’s helping build is hinted at in the final line:

Mother, did it need to be so high?

which refers to the metaphorical wall constructed by Pink. In this line, he’s asking her whether she really needed to be one of the primary factors of his high wall

In a 1979 interview, Waters said “If you can level one accusation at mothers, it is that they tend to protect their children too much. Too much and for too long. That’s all. This isn’t a portrait of my mother, although one or two of the things in there apply to her as well as to I’m sure lots of other people’s mothers.”

Thirty years later, in 2009, he explained to Mojo magazine that the overly protective suffocating mother portrayed in the song had some similarities to his own mum . However, she didn’t recognize herself in the song because “the song is more general, the idea that we can be controlled by our parents’ views on things like sex. The single mother of boys, particularly, can make sex harder than it needs to be.”


Questa canzone parla del rapporto di una rock star depressa di nome Pink con sua madre: lui si rivolge a lei per avere consigli, lei risponde aggiungendo inavvertitamente mattoni al suo muro metaforico a causa della sua eccessiva protezione e il forte bisogno di tenerlo al sicuro. Ma così facendo non solo lo difende, ma si isola dal mondo.


Madre, pensi che sganceranno la bomba?
Madre, pensi che a loro piacerà questa canzone?
Madre , pensi che proveranno a rompermi le palle?
Madre, dovrei costruire il muro?

Madre, dovrei candidarmi alla presidenza?
Madre, dovrei fidarmi del governo?
Madre, mi terranno sotto tiro?
È solo una perdita di tempo?

Pink inizia esprimendo le sue paure alla madre, in cerca di rassicurazioni.
La madre iperprotettiva pensa di metterlo in guardia e di proteggerlo da un mondo crudele e tenebroso, ma invece sta solo danneggiando la sua autostima e le sue abilità sociali. Lo rende timido e impaurito: lui si sente vulnerabile e cerca costantemente la sua approvazione per tutto ciò che fa.

Zitto bambino mio, non piangere
La mamma renderà tutti i tuoi incubi realtà
La mamma inculcherà in te tutte le sue paure
La mamma ti terrà sempre qui sotto la sua ala
Non ti lascerà volare ma potrebbe lasciarti cantare
La mamma terrà il suo bambino al caldo e al sicuro
oh piccolo
oh piccolo
Oh piccolo, certamente la mamma aiuterà a costruire il muro

Queste parole, passando da “madre” a “mamma”, sono la risposta della madre di Pink nel tentativo di rassicurarlo. Tuttavia pare che queste parole non siano volte a rinfrancare il figlio spaventato, ma a rafforzare le sue paure e inculcargli anche alcune delle proprie credendo di proteggerlo. Il suo agire è probabilmente dettato dall’ amore, il che rende il suo ruolo nell’isolare e danneggiare Pink ancora più tragico.
L’idea di tenerlo sotto la sua ala protettrice generalmente implica sostegno e conforto. Ma qui la madre di Pink, che crede che la casa sia l’unico posto sicuro da quella che percepisce come una minaccia reale e costante, gli impedisce di raggiungere il suo pieno potenziale.

Madre pensi che lei sia abbastanza brava per me?
Madre pensi che sia pericolosa per me?
Madre farà a pezzi il tuo bambino?
Madre mi spezzerà il cuore?

Pink sta ora chiedendo a sua madre di una potenziale fidanzata, sentendo il bisogno di ottenere conferma da lei e cercando la rassicurazione che la ragazza sarà una buona scelta.

Zitto ora piccolo, non piangere
La mamma controllerà tutte le tue fidanzatine
La mamma non lascerà passare nessuna poco di buono
La mamma aspetterà alzata finché non rientrerai
La mamma scoprirà sempre dove sei stato
La mamma manterrà il suo piccino sano e pulito
Oh piccolo, oh piccolo
Oh piccolo, sarai sempre bambino per me

La madre qui sembra cercare di tenere il figlio distaccato da sessualità e amore, perché è consapevole di quanto possano essere ingannevoli e dolorosi. Lei non accetta queste esperienze come qualcosa di necessario e lo aiuta a chiuderlo dietro a un muro in modo che non soffra
Tuttavia, mentre cerca di proteggerlo, lo isola e gli impedisce di diventare un uomo.

Il muro che sta aiutando a costruire è accennato nell’ultimo verso:

Mamma, doveva essere così alto?

che rimanda al muro metaforico costruito da Pink. In questo verso, le chiede se aveva davvero bisogno di essere uno dei fattori primari nell’erezione del suo alto muro

In un’intervista del 1979, Waters ha dichiarato: “Se puoi lanciare un’accusa alle madri, è che tendono a proteggere troppo i loro figli. Troppo e per troppo tempo. Tutto qui. Questo non è il ritratto di mia madre, anche se una o due delle cose lì dentro si applicano a lei e, sono sicuro, a molte madri di altre persone”.

Trent’anni dopo, nel 2009, spiegò alla rivista Mojo che la madre soffocante e protettiva ritratta nella canzone aveva alcune somiglianze con sua madre. Tuttavia, lei non si era riconosciuta nella canzone perché “la canzone è più generale, l’idea che possiamo essere controllati dalle opinioni dei nostri genitori su cose come il sesso. La madre single di ragazzi, in particolare, può rendere il sesso più difficile del necessario”.

63 thoughts on “Roger Waters – “Mother” (2-analysis)

  1. Ottimo analisi e considerazioni. Luisa. I tempi (fortunatamente ) sono cambiati e le madri dei quindicenni di oggi pensano a tutt’altro. Ma rimane sempre questo senso protettivo che condiziona i figli maschi (- i prediletti a discapito delle figlie femmine). Posso affermare che sono le pggiori nemiche del femminismo?

    Liked by 5 people

  2. Anche io probabilmente più cerco di restare lucida, più sbaglio.
    Eppure mia madre è stata talmente grande! Se solo sapessi essere un briciolo di quanto era lei …
    Odio i muri …
    Ad ogni modo dico anche a te quello che ripeto alle persone più care: se vedi che sto facendo danni, intervieni!!

    Liked by 3 people

  3. Complimenti per la bella e articolata riflessione. Ormai i miei ragazzi sono grandi, ma chissà quanti errori avrò commesso anch’io. Ci vorrebbe una guida…invece si impara sul campo attimo per attimo! Ciao Luisa, buona serata! ❤

    Liked by 2 people

  4. Le madri così rovinano i figli. Un mio anziano amico, anni fa diceva che per essere madre si dovrebbe frequentare un corso preparatorio e superare un esame e io penso che un po’ sia vero. La possessività di certe pseudo-mamme non permette al figlio di crescere e di diventare adulto e questo è estremamente negativo. Quella madre lì, poi, che non si riconosce nella canzone..beh, è patologica, non credi? ..
    Buonanotte mia cara Luisa.. a domani

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s