Una di meno 👠

Come sono leggera!
Lontani gli orrori
di quella che un tempo
credevo passione sincera.
Sul pavimento
una macchia sempre più rossa
e sul petto
c’è un papavero che s’ingrossa.

Chi verrà a pulire?
Sarà chi non ha voluto ascoltare
la violenza da cui volevo fuggire?
Ancor oggi l’avevo progettato:
avevo messo uno strato di trucco
sul volto ammaccato
e scarpe adatte alla fuga
da chi un tempo avevo amato.

Tutto ora è finito.
La fuga è riuscita
ma diversa da come pensato.
Son qui a galleggiare
sopra quel rosso pantano
attorno al mio corpo
che infine dalla schiavitù
è stato affrancato.

(L.Z.)

giovedì 25 novembre 2021: Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Immagine Pinterest: Vanessa Stellmacher

The poem reads more or less like this:

One less 👠

How light I am!
Far away the horrors
of what a time
I deemed sincere passion.
On the floor
a red spot is widening
On the chest
a poppy is blossoming.

Who will come to clean up?
Those who did not want to help
me flee from violence?
Even today that was my plan:
I had worn a layer of makeup
on my bruised face
and shoes fit for leaving
the man I had once loved.

Everything is over now.
The escape was successful
but different from what I thought.
I’m here to float
over that red pool
around my body
finally freed from slavery.

(L.Z.)

25 November 2021: International Day for the Elimination of Violence against Women

108 thoughts on “Una di meno 👠

  1. E’ davvero molto bella Luisa! ma molto.. quasi mi dispiace… pensa che brutte sensazioni dobbiamo vivere! Buona giornata e complimenti ancora. un abbraccio!

    Liked by 3 people

  2. Una bellissima poesia, toccante, davvero molto molto toccante. Ogni anno i fatti di femminicidio sembrano diventare sempre più frequenti ma sarebbe bello se, chi è vittima di questi soprusi, riuscisse a trovare quel piccolo barlume di coraggio e dire basta a questi uomini violenti. Purtroppo alcune donne, per troppo amore, preferiscono non denunciare, 😔. Già il singolo schiaffo è una forma di violenza e l’unica maniera per fermare questi esseri abbietti (non si possono nemmeno definire uomini) è denunciare, denunciare, denunciare.

    Liked by 2 people

      1. Sì, e la cosa che non trovo affatto giusta è che le forze dell’ordine lasciano liberi, dopo pochissimo tempo, questi mostri che così si sentono liberi di tornare a far del male, 😡. Ma le forze dell’ordine non dovrebbero proteggere i cittadini? Perché non li tengono dentro invece di lasciarli liberi? Come può una donna sentirsi sicura se, dopo poche ore, rischia di trovarsi davanti quell’essere mostruoso? Mi viene quasi da pensare che, lasciandoli liberi, le forze dell’ordine si rendano “complici” di quello che potrebbe accadere a queste povere donne vittime di femminicidio.

        Liked by 1 person

  3. La tua poesia è molto bella.
    Purtroppo non bastano di certo le “giornate dedicate” per estinguere una piaga che perdura nel tempo e nello spazio, dato che è diffusa ovunque.
    Ci vorrebbe la bacchetta magica, perché sono – ahimè – molto pessimista sul fatto che questo tipo di violenze possa esaurirsi.

    Liked by 2 people

  4. As I began reading the poem I’m lost for words by how well it described the tragedy of women, its heartbreaking but it is reality and only some finds the courage to leave. The las line got me a little emotional that’s some words I’ll never forget. 😔💝

    Liked by 2 people

  5. Freedom from slavery , thy name is life . I went through the translated version of your poetry . Simply , painfully nice . Every parting is a tragedy in it self . But if you’re liberating yourself from slavery , it could not be considered as tragedy at all. It is simply life regained . Life through poetry is a real life . Dive into it . Dive and dive and dive . Pearls are waiting for you. Eloquently told the theme in your poetry would be liked by one and all . Thanks !

    Liked by 2 people

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s