Kinds of Silence

Novelist, poet, playwright, and psychotherapist Paul Goodman (1911–1972) identified nine types of silence in his book, “Speaking and Language: Defence of Poetry”.

“Not speaking and speaking are both human ways of being in the world, and there are kinds and grades of each. There is the dumb silence of slumber or apathy; the sober silence that goes with a solemn animal face; the fertile silence of awareness, pasturing the soul, whence emerge new thoughts; the alive silence of alert perception, ready to say, “This… this…”; the musical silence that accompanies absorbed activity; the silence of listening to another speak, catching the drift and helping him be clear; the noisy silence of resentment and self-recrimination, loud and subvocal speech but sullen to say it; baffled silence; the silence of peaceful accord with other persons or communion with the cosmos.”

There are other types of silence: the silence of despair, of contemplation, of fear, of coldness, , od wonder, of solitude, the silence of those who are hushed or denied a voice…
What else would you add?

Joanna –naturetails : the creative silence of a writer.

arbind kumar : Eternal Silence (through meditation)

Travel – Beyond words : Silence of famish- exhaustion, exasperation. Silence of hurt- extreme pain, the silence of inner peace, the silence amidst clutter, chaos and shrill noise.

Pat –e-Quips: the “Yes, Dear” hybrid silence

Allan –Picture This wrote: Sometimes silence is the best answer. As Will Rogers once said…”It is better for some one to think you’re a fool than to open your mouth and remove all doubt”.

Seeking Divine Perspective: the silence that helps to talk to God

Easymalc: the silence in which the deaf are immersed

Ana Daksina: the silence of despair

Priscilla Bettis : the silence when there are a lot of people at a swimming pool, and you submerge underwater.

macalder02 : the silence of the soul

Jag : the silence of solitude, which could be both good and bad.

Il romanziere, poeta, drammaturgo e psicoterapeuta Paul Goodman (1911–1972 identificò nove tipi di silenzio nel suo libro “Speaking and Language: Defense of Poetry / Parlare e linguaggio: difesa della poesia.”

Parlare e non parlare sono entrambi modi umani di stare nel mondo, e ci sono tipi e gradi per ognuno. C’è il silenzio ottuso del sonno o dell’apatia; il silenzio sobrio che si accompagna a una solenne faccia animale; il silenzio fecondo della consapevolezza, che nutre l’anima e da cui emergono nuovi pensieri; il silenzio vivo della percezione vigile quando si è pronti a dire: “Questo… questo…”; il silenzio musicale che accompagna l’attività assorta; il silenzio nell’ascoltare un altro che parla per coglierne il senso e aiutarlo a essere più chiaro; il silenzio rumoroso del risentimento e dell’auto-recriminazione; il discorso forte e sottaciuto, ma tetro da dire; il silenzio perplesso; il silenzio dell’accordo pacifico con altre persone o della comunione con il cosmo.

Ci sono altri tipi di silenzio: il silenzio della disperazione, della contemplazione, della paura, della freddezza, dello stupore, della solitudine, il silenzio di chi è zittito o a cui viene negata una voce..
Cos’altro aggiungereste?

alessandroraschellablog: Il silenzio del riposo mentale.

Kikkakonekka resta in un silenzio (di tipo assorto)

almerighi: il silenzio imbarazzato 

Claudia – Keep Calm & Drink Coffee: il silenzio della timidezza

Bergontieleonora: il silenzio davanti alle ingiustizie

Giusy – Nemesys : il silenzio su frodi o evasioni fiscali

Cassandro: Il silenzio davanti alle ingiustizie e ai fatti criminali (che è connivenza)
Il silenzio terribile di chi non sa di avere diritti, per cui deve elevarsi la voce di chi sa e può rivendicarli (Pasolini).
Il silenzio che chiude una tragedia (“Il resto è silenzio” dell’Amleto) e quello identico nel lessico che può chiudere scherzosamente una amorevole commedia.

paolina campo : Il silenzio condiviso, quando insieme ci si lascia incantare dalla bellezza.

guyleneiswriting ha proposto l’l’indovinello citato ne “La vita é bella”: “se fai il mio nome non ci sono piú”.

valy71 : il silenzio come risposta

newwhitebear: il rumore del silenzio nella nostra mente.

vengodalmare: il silenzio accusatorio


Tout l’opéra (ou presque): Mallarmé dans le poème “Sainte”, décrivant un vitrail de Sainte-Cécile, patronne des musiciens, qui se termine par “musicienne du silence”.

99 thoughts on “Kinds of Silence

  1. Luisa ! I am your examinee and you are my examiner to day . But , to my mind, Eternal Silence is the best of all . That , like many people , I try to realize , perhaps on daily basis when I do meditation (of course in Khechari Mudra) at 3.30 AM early in the morning . I feel the essence of that Eternal Silence daily . It comes from within . It is the best of all Silence that Paul Goodman has enumerated . I don’t know whether I am right or wrong . But what I feel and think , I have put it in words . Thanks !

    Liked by 1 person

  2. Thank you so much to share with us about this lovely book. Silence of famish- exhaustion, exasperation. Silence of hurt- extreme pain, the silence of inner peace, the silence amidst clutter, chaos and shrill noise.
    My next book is going to be on silence so I was so happy to read this post. Thanks Luisa!! You are my favorite blooger!!

    Liked by 2 people

  3. This is brilliant, dear Luisa. I would add a hybrid silence–the “Yes, Dear” which acknowledges that you spoke and shows that absolutely nothing was heard but the probable sound of your voice.

    Liked by 1 person

  4. Reblogged this on e-Quips and commented:
    Luisa has included how many sounds of silence there actually are and some of the comments have expanded that list. Read and contemplate the silences in your life. Do they add to this list?

    Liked by 1 person

  5. Sometimes silence is the best answer. As Will Rogers once said…”It is better for some one to think you’re a fool than to open your mouth and remove all doubt”. I say, there is nothing wrong with being a “man of few words” as long as some of the words are “yes dear”. I was quiet as a child and many tried to get me to talk or called me “the judge”. My first son was the same way. It is only later in life that I started to open up. Silence can give you time to think. Good post Luisa. Allan

    Liked by 1 person

  6. I am amazed at the silence in my life since entering this season of life – empty nest, retired. I used to be addicted to noise, now I grab moments of silence to “talk” to God when He’s the only One that hears, and, occasionally to “hear” Him speak to me. ❤️

    Liked by 1 person

  7. Luisa cara io scherzo ma credo di aver creato una poesia diversa con il Cammello e tu che sei dotta magari fra qualche giorno rileggila perchè potresti essere sedotta.👀

    Liked by 1 person

  8. I don’t know if anyone else has mentioned it, but my first reaction to this was to think of those who cannot hear. People who are deaf must long for the time that silence isn’t part of their lives. Great post as usual Luisa.

    Like

  9. Another excellent post Luisa! My favourites kinds of silences are “the creative silence of a writer” and “eternal silence.” Being an introverted intuitive type, I guess I enjoy silence a lot, much more than my extraverted friends. Love and light, Deborah.

    Liked by 1 person

  10. Il silenzio davanti alle ingiustizie e ai fatti criminali è connivenza (leggi aggressione all’Ucraina).

    Il silenzio terribile di chi non sa di avere diritti, per cui deve elevarsi la voce di chi sa e può rivendicarli (leggi Pasolini).

    E per smitizzare, utilizzare il silenzio che chiude una tragedia (“Il resto è silenzio” dell’Amleto) e quello identico nel lessico che può chiudere scherzosamente una amorevole commedia.

    A P P L A U S I ( Lui, Lei, Lui . . . )

    — “Sono convinto che se recitassimo
    . . . che so? . . . Ionesco, Shakespeare, Pirandello,
    la gente incanterei . . . ”
    — “Ed io? . . . ”
    — “Al massimo,
    tu forse . . . forse, no . . . ”
    — “Ahò . . . a beeello! . . .

    lo sai che mi fai ridere . . . Insieme,
    tu incanti ed io no?! . . . E le persone
    ad applaudire te? . . . E che, son sceme?!
    Sbaglio, o questa è pura presunzione?

    Ma scherzi, di’?! . . . A una battuta a testa
    farei il pieno della simpatia.
    A te andrebbe solo ciò che resta,
    sempre che sia di scena uscita via.

    Ti straccerei . . . Basterebbe che
    poi mi girassi spesso . . . ”
    — “Bella forza! . . .
    d’arte parlavo e no di quel che c’è
    di fuori, all’apparenza . . . Quella è scorza!”

    — “Chiamala scorza, tu! . . . Con altro nome
    il pubblico la chiama, e sono certa
    che mi si applaudirebbe, lo sai come,
    eh? . . . come la Belen . . . a scena aperta.

    Provaci tu a girarti . . . a recitare
    di spalle . . . in questo modo”
    — “Sì, domani!”
    — “Invece io lo potrei ben fare
    fra cento ‘Brava’ e mille battimani.

    Dài! . . . Fallo pure tu . . . Gìrati, dài! . . . ”
    — “E smetti! . . . ”
    — “Ecco così! . . . Niente vergogna . . .
    E provaci! . . . Chissà? . . . Non si sa mai . . . ”
    — “Che non si sa? . . . Che sei una carogna?

    Si sa, si sa! E poi questo lo so
    — e pure tu lo sai, ci scommetto! —
    che sfrutteresti bene il tuo ‘pò-po’,
    che Ofelia la faresti . . . alla Fumetto.

    Quel povero Amleto al primo atto
    impazzirebbe nel vedere a sera
    Ofelia come te . . . che no di scatto
    ma lenta toglie calze e giarrettiera!

    Altro che assalirla e di getto
    gridarle: ‘Via, vattene in convento!’
    piuttosto le direbbe: ‘Andiamo a letto
    . . . l’ammazzo dopo il re . . . or non mi sento’ ”

    — “E sbaglierebbe, sai?! . . . Vuoi metter tu
    Ofelia, che invece di annegarsi
    scuote Amleto e lo tira su,
    togliendogli quei dubbi sul da farsi.

    Convincerlo ch’è meglio l’amor vero
    che andare in giro ad ammazzare re,
    parlare con i teschi al cimitero,
    e dubitar su ciò che è . . . e non è.

    E dirgli infine: ‘O me o Fortebraccio!
    Nel primo caso non avrai storia,
    però sapessi in che cielo ti caccio!
    . . . in quello che fa perder la memoria,

    che per te poi non sarebbe un male,
    chè di ricordi ne tieni una barca
    e vuoi punire tutti . . . E’ sleale
    togliere il marcio solo in Danimarca!'”

    — “L’ho detto che il teatro si fa farsa
    con una come te in grado di
    far di Amleto quasi una comparsa
    e della casta Ofelia una . . . ‘così’.

    Se Shakespeare tornasse in questo mondo
    ti prenderebbe a calci nel sedere . . .
    — “E no! e no! . . . Questo bel ‘coso’ tondo
    per altro è fatto . . . E certo, per piacere,

    per completare l’arte . . . Perchè venga
    lo stesso applauso a te un auspicio
    t’invito a fare: quello che tu ottenga
    pure a teatro, sì . . . la ‘par condicio’.

    Se no, cavoli tuoi! . . . Applausi a me
    mentre che per invidia bevi assenzio
    fra l’indifferenza . . . e sai perchè?
    . . . perchè dopo di me . . . ‘Il resto è silenzio!’ ”

    ( Cassandro)

    Like

  11. Ho sempre pensato al silenzio come momento di riflessione. Ma quello che amo di più è il silenzio condiviso mentre si osserva qualcosa che provoca stupore, mentre si è impegnati, insieme, a farsi travolgere dalla bellezza del mondo e ascoltarne la musica. Penso che dovremmo fare più silenzio per cogliere al meglio il significato di ciò che ci circonda. Buona serata Luisa!!!

    Liked by 1 person

  12. The silence of the soul. The one who arrives when in a span of 10 days, two weeks ago, my younger brother, the wife of another brother and two of my best childhood friends passed away.

    Liked by 1 person

  13. The silence of solitude could be both good and bad. Alone, walking in the forest the silence of solitude can be healing. Alone, without any friends in your apartment it can be the opposite.

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s