Friedrich & Painting

Caspar David Friedrich (5 September 1774 –1840) was a 19th century Romantic painter, generally considered the most important German artist of his generation.

“I must stay alone and know that I am alone to contemplate and feel nature in full; I have to surrender myself to what encircles me, I have to merge with my clouds and rocks in order to be what I am. Solitude is indispensable for my dialogue with nature.”

“The artist should not only paint what he sees before him, but also what he sees in himself. If, however, he sees nothing within him, then he should also refrain from painting what he sees before him.”

“Close your bodily eye, that you may see your picture first with the eye of the spirit. Then bring to light what you have seen in the darkness, that its effect may work back, from without to within.”

“A painting which does not take its inspiration from the heart is nothing more than futile juggling.”

“The divine is everywhere, even in a grain of sand.”

Caspar David Friedrich (5 settembre 1774 – 1840)  fu un pittore romantico del XIX secolo, generalmente considerato il più importante artista tedesco della sua generazione.

“Io devo stare solo e sapere di essere solo per contemplare e sentire pienamente la natura; devo abbandonarmi a ciò che mi circonda, devo fondermi con le mie nuvole e con le rocce per essere ciò che sono. La solitudine è indispensabile per il mio dialogo con la natura”.

“L’artista non dovrebbe dipingere solo ciò che vede davanti a sé, ma anche ciò che vede in sé. Se però non vede nulla dentro di sé,  si astenga dal dipingere ciò che vede davanti a sé.”

“Chiudi il tuo occhio fisico, al fine di vedere il tuo quadro con l’occhio dello spirito. Quindi porta alla luce ciò che hai visto nell’oscurità, affinché la tua visione agisca su altri esseri dall’esterno verso l’interno.”

“Un dipinto che non prende ispirazione dal cuore non è altro che futile artificio.”

“Il divino è ovunque, anche in un granello di sabbia.”

72 thoughts on “Friedrich & Painting

      1. È davvero bella, 😊. Mi sarebbe piaciuto leggere l’articolo ma mannaggia la miseria, non capisco perché WP non me lo apre e al posto del post mi esce la scritta “Seleziona un sito per iniziare a scrivere”. Ho provato sia con il reader che aprendo il tuo blog ma succede in entrambi i casi la stessa cosa, 😔.

        Liked by 2 people

      2. Ti aggiungo qui la parte in italiano
        (https://wordpress.com/post/wordsmusicandstories.wordpress.com/15041 )
        Caspar David Friedrich (5 settembre 1774 – 7 maggio 1840, pittore tedesco del XIX secolo, è considerato uno dei migliori rappresentanti europei del movimento artistico del Romanticismo.

        “Mi chiami misantropo perché evito la società. Ti sbagli; amo la società. E’ per non odiare le persone che devo evitarne la compagnia”

        Nel 1818 dipinse “Il viandante sul mare di nebbia”, che può essere ammirato nella Kunsthalle di Amburgo, in Germania. È considerato uno dei capolavori del Romanticismo con le sue caratteristiche di individualismo, soggettività, spiritualità e amore per la natura.

        Un giovane uomo si erge su una roccia in contemplazione e riflessione, affascinato dalla foschia della nebbia come se fosse un’esperienza religiosa e spirituale.
        Alcuni credono che il Viandante rappresenti lo stesso Friedrich, dal momento che ha gli stessi capelli rosso fuoco dell’artista.
        Dando le spalle allo spettatore, sembra condividere con lui la sua esperienza personale e consentigli di vedere il mondo attraverso i suoi occhi.

        Più di duecento anni dopo che Friedrich dipinse quest’opera, i contorni sognanti del mondo naturale e il rapporto ammirato del Viandante con la natura ancora trasmettono grandi emozioni.

        “Devo restare da solo e sapere che sono solo per contemplare e sentire la natura in pienezza; devo arrendermi a ciò che mi circonda, devo fondermi con le mie nuvole e le mie rocce per essere ciò che sono”

        “Ahimè, l’ azzurro arco del cielo
        di lugubri nubi è ammantato,
        e il luminoso splendore del sole
        è completamente celato”

        Questi pochi versi che ho tradotto in italiano sono stati composti da Friedrich, citati da C. D. Eberlein in “C. D. Friedrich Bekenntnisse” e poi tradotti in inglese da Linda Siegel in “Caspar David Friedrich and the Age of German Romanticism”, Boston Branden Press Publishers.

        Liked by 2 people

      3. Grazie infinite cara Luisa perché attraverso il tuo commento ho potuto leggere quello che non riesco a leggere cliccando sul link, 🙏. Vedendo il quadro nella foto il pittore riesce a trasmettere perfettamente questa sensazione di pace e riflessione che al giorno d’oggi, con la vita frenetica e con gli impegni, sembra diventata quasi un’utopia. Invece è bello fermarsi per un istante, come l’uomo del dipinto, e restare in silenzio, assaporando il piacere è il benessere che possono dare anche pochi minuti di tranquillità prima di rituffarsi nelle incombenze quotidiane, 🙂.

        Liked by 2 people

  1. Love it, dear Luisa. Unfortunately, I am not feeling well right now. So my comments are short. I will go through your blogs leisurely. However, I admit I am a huge fan of your wonderful posts. 😊😊😊😊♥️♥️♥️♥️

    Liked by 2 people

  2. Wonderful words and picture. I think his quotes also apply to writing, especially poetry. If you can not feel (which can include sense, touch, hear, and see), then you maybe you should not write about it. It is not yet yours. Wonderful share.

    Liked by 2 people

    1. So sorry. It is a link to my post “Wonderer” https://wordpress.com/read/blogs/95714302/posts/15041
      Here it is:
      Caspar David Friedrich (5 September 1774 – 7 May 1840) was a 19th century German painter, considered one of the finest representatives in Europe of the art-movement Romanticism.

      “You call me a misanthrope because I avoid society. You err; I love society. Yet in order not to hate people, I must avoid their company.”

      In 1818 he painted ‘Wanderer above the sea of fog”, which can be admired in the Kunsthalle Hamburg, Germany. It is considered one of the masterpieces of Romanticism with its characteristics individualism, subjectivity, spirituality and the love of nature.

      A young man stands upon a rock in contemplation and self-reflection, fascinated by the haze of the sea fog as if it were a religious and spiritual experience.
      Some believe the Wanderer represents Friedrich himself, since he has the same fiery red hair as the artist.
      By placing his back to the viewer he seems to share his personal experience and to enable them to see the world through his own eyes.
      More than two hundred years after Friedrich painted the work, the dreamy contours of the natural world and the Wanderer’s awed relationship to it still convey evocative emotions.

      “I must stay alone and know that I am alone to contemplate and feel nature in full; I have to surrender myself to what encircles me, I have to merge with my clouds and rocks in order to be what I am.”

      “Alas, the blue arc of heaven
      Is covered with gloomy clouds,
      And the bright radiance of the sun
      Is completely hidden.”

      These are some poetry lines of Friedrich, cited by C. D. Eberlein in “C. D. Friedrich Bekenntnisse”; as quoted and translated by Linda Siegel in “Caspar David Friedrich and the Age of German Romanticism”, Boston Branden Press Publishers.

      Liked by 3 people

  3. Bellissime tutte queste citazioni e da quel che ho visto un grande artista, credo che si possa percepire che lui dipingeva con l’anima❣️❣️❣️ Di tutte queste citazioni la prima la sento molto, ho sempre creduto che per creare occorra stare a contatto con la natura ed è anche per questo che io la adoro molto, io naturalmente non ho nulla a che vedere con l’arte, magari!!! Però nel mio piccolo spesso e volentieri le migliori ispirazioni mi sono arrivate proprio guardando un qualcosa inerente la natura, certe volte anche soltanto un fiore, una semplice mia pianta ❤️. Buonanotte cara Luisa e grazie per queste bellissime citazioni che hai condiviso con noi, un forte abbraccio 🥰

    Liked by 2 people

  4. Luisa ! I regretfully state that I couldn’t get time at all to go through your blog on a German painter yesterday . His musings are upto mark . No painting could be perfect until and unless it has content of the feelings of the painter . Painting is nothing but heart ♥ put on paper/canvas without feeling a pain in this exercise . It is an exercise in extravaganza . A futile effort for nothing material as such . If you want a non-economic way of life you can carry on painting unmindfully . But if you are a soulful man , painting can breed entire treasure of the universe . Thanks !

    Liked by 2 people

  5. “Il divino è ovunque, anche in un granello di sabbia.”

    Lo penso fermamente anch’io. Non capisco in effetti le forme di ateismo, quando a me pare evidente la presenza divina ovunque. Probabilmente molti hanno rappresentazioni “antropomorfe” della divinità, quando essa invece è eterea e priva di forma.

    Liked by 2 people

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s