Ray Bradbury & Writing

Today would have been the 101th birthday of Ray Bradbury, one of the greatest sci-fi writers, who also knew something about writing.
Here’s what he said about writer’s block in “Telling the Truth,” the keynote address of The Sixth Annual Writer’s Symposium by the Sea, in 2001:

What if you have a blockage and you don’t know what to do about it?” Well, it’s obvious you’re doing the wrong thing, don’t you? … You’re being warned, aren’t you? Your subconscious is saying “I don’t like you anymore. You’re writing about things I don’t give a damn for.” … And if you’ve got a writer’s block, you can cure it this evening by stopping whatever you’re writing and doing something else. You picked the wrong subject.

E se hai un blocco e non sai cosa fare al riguardo? Beh, è ovvio che stai facendo la cosa sbagliata … Sei stato avvertito, non è così? Il tuo subconscio sta dicendo “Non mi piaci più. Stai scrivendo cose di cui non mi frega proprio niente”… E se hai il blocco dello scrittore, puoi curarlo questa sera interrompendo qualsiasi cosa tu stia scrivendo e facendo qualcos’altro. Hai scelto l’argomento sbagliato.

71 thoughts on “Ray Bradbury & Writing

  1. I reckon that if you don’t enjoy writing something, then people won’t enjoy reading it. Mind you, that doesn’t mean to say that if you did enjoy writing it that will enjoy reading it anyway 🙂

    Liked by 2 people

  2. Ci sono varie correnti di pensiero sull’argomento c’è anche Chi sostiene che lo scrivere sia una questione di esercizio quotidiano se non sbaglio uno dovrebbe essere Stephen King.
    Io che non sono scrittrice mi sento più vicina quello che suggerisce Bradbury.
    Buona serata Luisa e buona settimana💚🌺

    Liked by 1 person

  3. Personalmente è un suggerimento che metto in pratica ogni qualvolta (fortunatamente rara per fortuna) che sono in crisi creativa col mio lavoro, m8 prendo una pausa di mezza giornata dedicandomi a tutt’altra cosa o hobby magari manuale, e difatti poi mi illumino e riprendo il lavoro meglio di prima. Buona serata cara 😘

    Liked by 2 people

    1. Totalmente d’accordo con te
      Parlando della sua infanzia rivelò di essere stato un bambino pieno di paure per mostri immaginari, fantasmi e bestie orrende e minacciose. e aggiunse “non occorre essere adulti per capire quanto si sia soli nel mondo”.

      Liked by 1 person

  4. I libri di Bradbury mi hanno sempre colpito molto, tanto i racconti che i romanzi. Il ritmo quieto, lo stile pulito, ma soprattutto la lungimiranza profetica che contraddistingue solo i grandi scrittori di un genere rischioso come la Fantascienza.

    Liked by 2 people

  5. Don’t stop writing about it, because you cared in the first place. Only stop if your subconscious doesn’t cry out at you telling you to continue. That’s a sign that you don’t care enough to write about whatever it is you’re writing about 🙂

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s